Karénina
prove aperte d'infelicità

Premio della critica 2012 a Sonia Bergamasco
Motivazione


Delle sue interpretazioni colpisce la delicatezza e la forza, l’intelligenza e la gentilezza, un tessuto prezioso di emozioni che si espandono a partire da una sensibilità femminile perfettamente nutrita del nostro tempo e delle sue fertili contraddizioni, che in realtà come Milano e Roma, le città di Sonia Bergamasco, sono sempre più dense. Dai personaggi teatrali recenti, come Anna Karenina dal romanzo di Tolstoj, alle figure di donne negli sceneggiati storici televisivi o cinematografici, non ultimo il nuovo film “Io e te” diretto da Bernardo Bertolucci, alla "lectio magistralis" per il Festival dedicato da Modena all’attrice di fine ‘800 Virginia Reiter, Sonia Bergamasco sembra tenere un rapporto “musicale”, e dunque di infinite variazioni, di scambio di energie, con i più diversi palcoscenici. Un riconoscimento dunque ad un’artista completa, capace di essere presente con generosità e padronanza dei propri mezzi espressivi nel mondo dello spettacolo in tutte le sue molteplici forme.

Castrovillari, 4 novembre 2012
Giulio Baffi (Presidente ANCT)