I poeti sembrano dimenticare che, una volta, la narrazione di un racconto era essenziale e che la narrazione di un racconto e la declamazione poetica non erano pensate come due cose distinte. Un uomo raccontava una storia, la cantava, e i suoi ascoltatori non vedevano in lui una persona che svolgesse due compiti, ma piuttosto un uomo che svolgeva un compito dal duplice aspetto. O forse non si accorgevano che c’erano due aspetti, perché consideravano il tutto come un’unica cosa essenziale. Se la narrazione di un racconto e la declamazione di una poesia si unissero di nuovo, potrebbe succedere qualcosa di molto importante.
Walter Pater scrisse che ogni arte aspira alla condizione della musica. Il motivo ovvio sarebbe che in musica la forma e il contenuto non possono essere scissi. (...leggi tutto)
Da L’invenzione della poesia di Jorge Luis Borges

Image L'uomo seme - dal 16 al 21 gennaio 2018

racconto di scena ideato e diretto da Sonia Bergamasco
da L’uomo seme di Violette Ailhaud (traduzione di Monica Capuani)

drammaturgia musicale a cura di Rodolfo Rossi e del quartetto vocale Faraualla
con:
Sonia Bergamasco
Rodolfo Rossi
Loredana Savino
Gabriella Schiavone
Maristella Schiavone
Teresa Vallarella

scene e costumi Barbara Petrecca
luci Cesare Accetta
cura del movimento Elisa Barucchieri

Produzione Teatro Franco Parenti / Sonia Bergamasco
si ringrazia per la collaborazione Triennale Teatro dell’Arte, e il Comune di Lucera

Nel paese delle donne tutte per una, uno per tutte, di Anna Bandettini - il Venerdì di Repubblica (27 ottobre 2017)
Triennale di Milano